domenica 9 dicembre 2007

La poesia di Lovecraft a Torino


Segnalo volentieri la serata lovecraftiana che si terrà giovedì 13 dicembre, alle 21.00, in occasione del quarto appuntamento di Incontri sulla Poesia presso il Circolo dei Lettori di Torino, in via Bogino 9.

Poesia in Progress, Kore Multimedia e Arshile edizioni presentano La poesia di Lovecraft, relazioni e traduzioni di Franco Pezzini (Cercando Carmilla, Ananke 2000; Le Vampire, Castelvecchi 2005) e Massimo Scorsone.

A distanza di settant’anni dalla scomparsa, parlare di Howard Phillips Lovecraft (1890-1937), uno dei padri indiscussi del fantastico novecentesco, significa anzitutto scostarne il mito da una serie di pregiudizi, distorsioni ed equivoci e ricondurlo all’ambito più corretto, quello propriamente letterario – una rilettura di cui proprio la poesia lovecraftiana aiuta a cogliere l’importanza. A partire dalla sua espressione più notevole, la raccolta di sonetti dei Fungi from Yuggoth (1929-30), che ben rappresenta i caratteri di fondo della sua poetica, alternando febbrili visioni cosmiche e idillio crepuscolare, enigmatiche sequenze oniriche e riflessioni esistenziali. Della raccolta si offrirà in quest’occasione un’ampia scelta, cercando di recuperare ai testi – già oggetto di edizioni italiane anche recentissime – il ritmo originale e l’assonanza del verso, per rendere la traduzione più prossima alle aspirazioni dell’Autore. (Franco Pezzini)

Un paio di esempi dai Fungi from Yuggoth nell’ottima traduzione di Massimo Scorsone, impeccabili nella resa e nel rispetto della metrica e delle rime del sonetto, si trovano nel PDF (107k) di presentazione della serata, disponibile sulla pagina Poesia fuori dall’angolo di Kore Multimedia. Per informazioni: www.kore.it.

La poesia di Lovecraft
Relazioni e traduzioni di Franco Pezzini e Massimo Scorsone

Giovedi 13 dicembre 2007, ore 21.00
Circolo dei Lettori di Torino, via Bogino 9


4 commenti:

Galerius ha detto...

Non voglio lasciare senza almeno un commento questa notizia, dato che sia Massimo Scorsone ( mio sodale carissimo ) sia Franco Pezzini ( che incontro più raramente, purtroppo, una persona squisita ) sono amici che meritano tutta l'attenzione possibile.
Auguri !

Andrea Bonazzi ha detto...

Thanks! Mi perdo anche questa, pazienza. La fregatura è che gli ultimi treni per il rientro sono fra le 22 e le 23,poi più nulla fino al mattino.

galerius ha detto...

Eh, purtroppo quello del viaggio è un problema comune ad entrambi, anche se io abito molto più vicino a Torino di te...dopo una certa ora, i treni e i bus si fermano a Pinerolo, e oltre non vanno. :(

galerius ha detto...

P.S. Anzi, dopo le 23.15 non ce ne sono altri, nemmeno per Pinerolo...ho guardato adesso sul sito delle Ferrovie.