sabato 12 gennaio 2008

Dean Kuhta




L’americano Dean Kuhta ha pubblicato illustrazioni su riviste specializzate come Dark Wisdom e nell'ambiente del gioco di ruolo (Mysteries of Morocco, Chaosium 2004). Sui toni del grottesco e di una sardonica ironia, i suoi complessi e spesso tenebrosi disegni a carboncino e inchiostro sembrano ispirarsi all’opera di un Sidney Sime, o anche di un Hannes Bok per morbidezza ed esotismo fiabesco delle forme.

Nato in Virginia nel 1975, Khuta si trasferisce ventenne a San Francisco dopo aver frequentato l'università di Radford e il Maryland College of Art and Design. Sposato, diventa programmatore informatico lavorando, fra l'altro per la NASA, sino a intraprendere la carriera militare arruolandosi nel 2002 nella United States Air Force.

Gallerie: pagine di Dean Kutha su GFXartist.com e PODgallery.com.

4 commenti:

Elvezio Sciallis ha detto...

Come al solito ottima segnalazione, sarebbe bello se cominciasse a spuntare qualche artista italiano...

Tatiana ha detto...

Tipo questo signore che ha un blog strano, come si chiama? Bonazzi, mi pare...

Andrea Bonazzi ha detto...

qualche artista italiano...

Gli italici di cui avrei fatto segnalazione finora, non hanno presenza in rete.
Se hanno presenza in rete, hanno cessato o interrotto l'attività.
Se sono ancora in attività, non hanno spazio per pubblicare alcunché.
Se pubblicano, se la tirano molto al di là del loro valore e/o non sono proponibili in sede di fantastico/weird.
Se non se la tirano e fanno cose proponibili, non hanno presenza in rete.
Se hanno presenza in rete...

Massimo ha detto...

Nota dolente quella degli artisti italiani! C'e' gente indubbiamente in gamba anche da noi, peccato che non ricevono offerte di lavoro dall'editoria italiana e quindi o lavorano con l'estero o sono costretti a cambiare attivita'...