giovedì 21 maggio 2009

Marc Simonetti




Nato nel 1977, Marc Simonetti vive ad Annecy, in Francia, dove compie i primi studi artistici prima di conseguire un diploma ingegneristico a Lione. Sempre a Lione frequenta l’Ecole Emile Cohl, scuola d’arte applicata che lo indirizza verso l’attività di artista digitale 3D, realizzando sfondi e ambientazioni tridimensionali per l’industria del videogioco e lanciandosi, infine, nel mondo dell’illustrazione.

Numerose le copertine di genere al suo attivo presso l’editoria francese, così come i lavori nel settore ludico a partire dalla collaborazione con la Fantasy Flight Games, per la quale illustra carte ed elementi in giochi come A Game of Thrones e Call of Cthulhu.

“Come freelancer, mi piace occuparmi di un’ampia varietà di temi, dal concept art horror alle copertine librarie per l’infanzia. Ogni nuovo lavoro è un gran modo per apprendere le tante piccole cose che m’aiutano a evolvermi nel campo artistico. Quando illustro un libro, cerco di rendere ogni illustrazione quanto più possibile vicina al testo, partendo direttamente dai colori o da uno schizzo, in modo che a guidare il processo sia l’ispirazione comunicata dall’autore. Lo stile, in questo modo, pare adattarsi al necessario stato d’animo, con un più ampio raggio di possibilità concesse”.

Gallerie: sito web ufficiale www.marcsimonetti.com; spazio personale in DeviantArt; pagina dedicata su CG Society.

8 commenti:

Franz ha detto...

Ciao, capito qui per la prima volta. Blog interessante davvero!
Questo post in particolare. Non conoscevo l'artista ma sono veramente bei lavori.

Andrea Bonazzi ha detto...

Grazie Franz!
Di solito spulcio fra gli illustratori a tema lovecraftiano e weird horror, con disordinate incursioni nel surreale, e provando a non replicare quanto già visto in altri blog analoghi (fortunatamente pochi in italiano)

Shaman ha detto...

Ho alcune sue tavole nel bel volume "Art of Cthulhu Mythos" dedicato ai giochi ispirati al lavoro di Lovecraft editi dalla FFG.
Davvero bravo!

Gran Dux Gargaros ha detto...

Continuo a non capire perché fanno "gli occhi cattivi" ai mostri di Lovecraft.

TigerBem ha detto...

Ciao Andrea, avremo in futuro di nuovo il piacere di leggere i tuoi interventi sul blog?

Andrea Bonazzi ha detto...

Olà! Ogni tanto mi scordo che esiste ancora.

Non trovo abbastanza motivazioni per continuarlo così, e se un blog non urla o non fa il piacione, praticamente non esiste.

In più, da una parte persistono problemi personali, dall'altra tutto il tempo a disposizione mi è già necessario per la cura di splattergramma.com

Thanks! Ci si rilegge in giro.

TigerBem ha detto...

Non sapevo di splattergramma...molto bene, ci si vede di là!

Margot ha detto...

cos'è splattergramma? vado a vedere....

a me questo blog è piaciuto moltissimo fin dalla prima volta..
un saluto Andrea