martedì 23 settembre 2008

La fabbrica degli incubi (parlando di Thomas Ligotti alla radio)


Beh, dopo tutto Ligotti non sembra più essere un autore poi tanto sconosciuto in Italia. Ascoltando la radio nella serata di martedì 23 settembre, capita così d’imbattersi nell’inaspettato nome di Thomas Ligotti nel corso del programma quotidiano Rai Dispenser, scritto da Giorgio Bozzo e condotto su RadioDue da Federico Bernocchi.

Gli speakers introducono in breve la vita e le opere dello scrittore americano... riassumendo e parafrasando un testo che mi appare alquanto familiare, scaricato con tutta probabilità da qui anche perché, bene o male, non è che sul tema siano disponibili altri estesi scritti in italiano.

La presentazione riguarda il libro del giorno La fabbrica degli incubi, edizione italiana della prima uscita Fox Atomic Comics di The Nightmare Factory ad adattare a fumetti, nel 2007, i racconti ligottiani dell’omonima raccolta (The Nightmare Factory, Carroll & Graf, 1996). Tradotto e pubblicato dalla Free Books, il volumetto presenta quattro comics tratti da altrettrante storie, preceduta ognuna da una prefazione di Ligotti, sceneggiate da Stuart Moore e Joe Harris per i disegni di Ben Templesmith, Ted McKeever, Colleen Doran e Michael Gaydos.

Proseguendo con la trasmissione radiofonica, rara isola che non teme di occuparsi talvolta delle uscite editoriali italiane relative al fantastico, viene proposta lettura di una sinossi dal secondo episodio dell’albo, tratto dal racconto Dream of a Mannikin. I rapporti di Thomas Ligotti con i Current 93 di David Tibet rappresentano quindi l’argomento conclusivo, nonché tratto d’unione ideale per passare dal parlato alla musica con l’ascolto della canzone Sunset (The Death Of Thumbelina) del gruppo musicale inglese, dall’album del 2006 Black Ships Ate the Sky.

Non sembrano (ancora) numerosi gli estimatori o anche soltanto i conoscitori locali di questa figura carismatica del “nuovo” horror, da noi sinora poco diffusa attraverso storie brevi in sparse antologie e, finalmente, nel recente volume I canti di un sognatore morto (Elara Libri, 2008). Il che non può che amplificare la piacevole sorpresa di sentirne parlare alla radio.

Grazie al podcasting di RadioRai, la regitrazione della puntata del 23/09/2008 sarà disponibile per una settimana, a partire dal 24 settembre, in formato mp3 sullapposita pagina all’indirizzo www.radio.rai.it/radio2/podcast/lista.cfm?id=910.

[Poscritto del giorno dopo: niente da fare, la presentazione libraria è tagliata dai venticinque minuti di podcast messi online. Resta, sul finire, soltanto unallusione alla corretta pronuncia di “Cthulhu” storpiata nel pezzo in questione.]

La fabbrica degli incubi
Basato sull'omonima antologia di Thomas Ligotti

S. Moore, J. Harris, C. Doran, B. Templesmith, T. McKeever, M. Gaydos
Free Books, 2008
Brossura, stampa a colori, 112 pagine, Euro 10,90
ISBN 9788895195902


2 commenti:

Federico ha detto...

Ciao!
che bello cercare due giorni dopo la fabbrica degli incubi su google e trovare questo tuo scritto.
Molte informazioni su Ligotti le ho effettivamente prese dal tuo sito, che [ quello pi\ completo e intetressante che ho trovato in rete. Io, ammetto la mia ignoranza, ma l-ho scoperto solo grazie al fumetto della FreeBooks.
adesso recuperer; il tutto.
Scusa per le varie robe incompresnibili ma sono una tastiera tutta matta.
ciao e presto!
Federico Dispenser

Andrea Bonazzi ha detto...

Grazie per l'intervento!
Fa enormemente piacere che un programma come Dispenser rivolga da sempre attenzione a fumetti & graphic novels, così come alla letteratura fantastica e di genere.